fbpx


Il Royal Oak di Audemars Piguet si rinnova con la "firma" di Leo Messi

Una serie limitata a soli 1000 esemplari per celebrare il legame con Leo Messi, dal 2010 testimonial di Audemars Piguet. Acciaio, tantalio (un metallo di transizione duro e duttile, lucido, di colore blu-grigio), platino e oro rosa in più combinazioni per il Royal Oak “intitolato” al giocatore argentino del Barcellona, Pallone d’oro dal 2009. “Il talento e l’eleganza non significano nulla, senza rigore e precisione”, è la filosofia che condivide con il marchio. Il modello, progettato per la prima volta nel 1972 alimentato da un movimento ultra sottile a carica automatica, è stato il primio orologio sportivo di lusso. I suoi codici estetici (lunetta ottagonale, 39 mm di diametro e un bracciale in acciaio rastremato) hannosconvolto tutte le convenzioni del tempo. Quaranta anni sono passati da allora, ma il Royal Oak rimane un’icona di eleganza sportiva. La passione che lega Leo Messi a Audemars Piguet è iniziata nel 2005: le qualità umane ben note del calciatore (è ambasciatore Unicef, ha creato una fondazione a favore dei bambini disagiati) si rispecchiano nella mission del marchio. L’edizione limitata appena lanciata da Audermars Piguet ha una dimensione leggermente più grande (41 millimetri), un cinturino in alligatore, (al posto del bracciale in acciaio), un quadrante reinventato senza il tradizionale motivo “Tapisserie”, così come un materiale raramente usato in orologeria: il tantalio. Serie limitata di soli 1000 pezzi (500 in acciaio/tantalio, 400 oro rosa/tantalio e 100 platino/tantalio), il Leo Messi Royal Oak offre un volto generoso e moderno, abbellito da un cinturino in alligatore – e con un ulteriore cinturino in gomma sportiva – che sostituisce il bracciale in acciaio tradizionale. Linea pura ed elegante, il Leo Messi Royal Oak mostra un innovativo quadrante antracite con indici in oro bianco per la versione in acciaio e in oro rosa per la corrispondente versione, mentre la versione in platino sfoggia un quadrante blu con indici in oro bianco. In tutte le versioni, i tre contatori cronografici ausiliari e il contatore dei piccoli secondi sono circondati da un anello argentato. Ogni orologio viene venduto in un’originale custodia laccata a forma di scatola di scarpe, decorata all’interno con una dedica del giocatore. L’orologio ospita il calibro 2385 meccanico a carica automatica dalla riserva di carica di 40 ore e batte con una frequenza di 21.600 alternanze all’ora (3 Hz). “Sul campo di calcio ho sempre dato uguale importanza a rigore e bellezza del movimento, precisione e coraggio, lavoro e fluidità”, ha commentato Lionel Messi che è rimasto colpito dal fatto che la Audemars Piguet è una delle poche aziende indipendenti rimaste di proprietà della famiglia fondatrice. “Sono orgoglioso di aver giocato un ruolo nella creazione del Royal Oak Leo Messi – ha commentato l’argentino – e fiero del fatto che porta il mio nome”. ]]>

Altre storie
Preziosa Magazine. Anteprima 2008