fbpx


Il Metropolitan Museum di New York restituisce sedici argenti dorati ellenistici

Un tesoro in argento, sedici preziosi oggetti andranno, finalmente, ad arricchire il futuro museo archeologico di Morgantina di Aidone, in provincia di Enna, dopo decenni trascorsi nelle sale del Metropolitan di New York.

Venuti alla luce ad opera di tombaroli, nel sito di Morgantina, dopo un periodo negli States ritorneranno nella loro terra subito dopo una doverosa sosta nella capitale, nel Museo Nazionale Romano di Palazzo Massimo -custode delle più importanti collezioni di arte classica-, dal 20 al 23 maggio, la mostra si intitolerà “Il tesoro di Morgantina. Argenti del III a. C. da New York alla Sicilia, passando per Roma”

Una coppia di corna di un elmo da parata, pissidi, scatoline, un medaglione circolare a sbalzo con la raffigurazione della ninfa Scilla, tre coppe decorate da medaglioni a sbalzo, una coppa a due anse, foglie di acanto e motivi floreali, un altarino con bucrani uniti da una ghirlanda e phiale decorata impiegata per versare liquidi nei rituali. Alcuni oggetti erano destinate al convito mentre altri avevano impiego in cerimonie di culto. Nella loro totalità superano i 4.750 grammi di argento e furono, molto probabilmente, realizzate da artigiani siracusani.

La fattura di questi preziosi è molto raffinata e nella parte posteriore riportano iscrizioni greche, puntinate o incise, che ne indicano il peso. Su due argenti appare il nome Eupolemo, forse il loro ultimo proprietario che, durante la Seconda Guerra Punica, tentò di salvare questo tesoro sotterrandolo nella buca trafugata, poi, dai tombaroli.

Medaglione circolare (diam. 10,5 cm) decorato a sbalzo con la raffigurazione della ninfa Scilla. La ninfa è raffigurata nell’atto di scagliare un masso contro i naviganti. Probabilmente era il coperchio di un recipiente o il fondo di una coppa ed era in pendant con un  altro analogo raffigurante il mostro Cariddi.

Il Tesoro di Morgantina, 16 oggetti in argento (alcuni composti da più parti) del peso complessivo di 4750 gr

Coppa con fondo  decorato a sbalzo in forma di rosa dorata con granato al centro e motivi floreali e a palmetta.

Altre storie
World Gold Council, un seminario per individuare i trend 2011