fbpx


Gold Expressions 2011 interpreta lo “Slow Jewel”

Collier Soleil di Matthia's & Claire, designer: Chiara Cilluffo (tema Forme Scultoree)

Il valore duraturo è di tendenza

Super Bracciali, Dolce Stil Gotico, Morbidi Intrecci, Natura Opulenta, Macro Maglie e Forme Scultoree sono i sei temi di consumo emergenti a livello globale interpretati dalle aziende partecipanti. Il vero sforzo consiste nel creare un corretto e contemporaneo equilibrio tra l’esigenza di proporre concetti attuali e la necessità di sottolineare il valore duraturo del gioiello. David Lamb, direttore generale del settore gioielleria di World Gold Council, ha parlato di Slow Jewel riferendosi a una strategia di promozione del Made in Italy già dimostratasi vincente nel settore della ristorazione. Attenta alle tendenze di mercato, ma capace di valorizzare il proprio radicamento storico e territoriale. Soprattutto, contraria ai tempi disumanizzati imposti da un consumismo isterico.

Se il termine tendenza è comunemente associato alla stagionalità della moda, la visione di World Gold Councilè ben più articolata. “Certo, l’individuazione di tendenze specifiche, è pensata anche per favorire la promozione delle collezioni in occasione delle fashion weeks di primavera” precisa Fiona Hughes per conto di WGC, “ma soprattutto, pur seguendo la moda, un gioiello deve mantenere il proprio valore inalterato nel tempo anche in termini di design”.

Come si traduce in concreto questo concetto? “Le singole linee di ogni azienda si compongono di pezzi che possono vivere anche separatamente. Abbinato al collier più ardito in termini di design, troviamo ad esempio un bracciale estremamente classico, in cui l’attualità dello stile si esprime meglio attraverso la tecnica di lavorazione. Questo è il motivo per cui bracciale, orecchini, collier appartenenti formalmente a una stessa composizione, possono rappresentare contemporaneamente più di un tema o assumere una differente personalità a seconda che li si indossi da soli o meno. Il tema dei gioielli-scultura ne è un perfetto esempio”

Elementi di spicco

Forme Scultoree: gioielli importanti, texture piacevoli al tatto, satinature e linee sensuali, fili intrecciati a comporre gioielli di notevoli dimensioni, richiami all’arte e al design contemporaneo.
Super Bracciali: schiave significative , tridimensionali, oppure alleggerite da fili e sfere.
Dolce Stil Gotico: sensazioni romantiche suscitate da elementi architettonici del passato. Trafori come rosoni di antiche cattedrali, pizzi. Ancora, la simbologia dell’arte.
Morbidi Intrecci: Lamine sottili, ritagli e ricchezza di preziosissimi dettagli anche quando le dimensioni sono contenute. Alternanza di lucidi e opachi, nappe e frange delicate.
Natura opulenta: amplificazione di elementi antropomorfi o ispirati al mondo vegetale e interpretati in chiave romantica. Smalti e colore.
Macro maglie: semplici anelli rielaborati nello spessore e impeccabili nell’indossabilità, elementi traforati e resi importanti dall’effetto tridimensionale o da preziose volute.
Cosa andrà dove, ovvero quali gioielli funzioneranno meglio, lo decreteranno a breve i diversi mercati. Per ora, di certo, c’è solo il comune denominatore di questi prodotti, ovvero l’assoluta italianità della concezione e della realizzazione.

Le aziende partecipanti:

Babila Milano, D’Orica, Dall’Avo, Daniela Neri for Mulino d’Oro, DML, Essenza, Eurocatene, Faro, Femar, Gabriella, Graziella, Il Giglio, Maria De Toni, Matthia’s & Claire, Migliorini Gioielli, Neri Romualdo, Orozen, Primavera, Sade, Superoro, The Fifth Season, Tre Spighe, Vendorafa.

Gioielli della linea Whisper di Sade, designer: Beatriz Biagi
Collier Radiosa di Neri Romualdo, designer: Danilo Neri (tema Macro Maglie)

Altre storie
Chopard, le morbide linee preziose delle Ladies Collections