fbpx

Gioielli e bijoux ad Arezzo, domani si alza il sipario su Gold/Italy

Gold Italy L’appuntamento, questo weekend, è con l’esclusività del Made in Italy, nel senso che ci saranno solo gioielli e bijoux 100% italianiGOLD/ITALY, l’evento di Arezzo Fiere e Congressi che sarà inaugurato domani alle 11.30. Tre giorni di business, fino al 27, per 220 aziende provenienti dai principali distretti orafi italiani che avranno l’occasione di presentare le proprie collezioni a selezionatissimi buyer del retailing italiano ed internazionale, provenienti da 50 paesi esteri, tra cui Emirati Arabi (con Dubai in testa), l’Arabia Saudita, gli Stati Uniti, Hong Kong ed ancora Cina, Corea, Russia, Kazakistan, Europa e Canada. Seconda edizione dunque per l’appuntamento autunnale di Arezzo che torna insieme a Bi-Jewel, l’area interamente dedicata al mondo del bijoux e del gioiello fashion, e a Cash & Carry, corner ideato per l’immediate delivery, l’incontro tra buyer e produttori che comprano e vendono “sul pronto”. Layout 1 Occasioni innovative di approfondimento sulle tendenze future e sullo stato di salute del settore saranno di scena alla Glam Lab, dove in quattro momenti della giornata di sabato e di domenica si svolgerà “Gold/Italy on Air”, iniziativa curata da Preziosa magazine e Arezzo Fiere e Congressi. La presentatrice Chiara Sani andrà alla ricerca delle ultime tendenze e di opinioni qualificate sul mondo del gioiello e del bijoux: una diretta streaming visibile dall’apposita area del portale di Preziosa magazine, Preziosa Channel.    andrea boldi“Il gioiello Made in Italy è il risultato di un’eccellente abilità manifatturiera e di una storica tradizione orafa, abbiamo un prodotto straordinario che deve essere valorizzato, solo chi innova può sperare di cambiare il mondo – afferma Andrea Boldi, presidente di Arezzo Fiere e Congressi (in foto a sinistra) – Arezzo è la patria del gioiello, e nel nostro territorio ci leghiamo da sempre ad un’altra grande eccellenza riconosciuta a livello mondiale, la moda. Ci confrontiamo anche con linguaggio diversi, stiamo lavorando per avere in fiera anche buyer direttamente dal mondo del fashion, perché oggi bisogna essere in grado di creare ulteriori link di business, in un mondo sempre più dinamico e globale. Per questo salone, siamo riusciti a raggiungere un risultato importante, avremo 240 top buyer internazionali, che si stima realizzino oltre 1,5 miliardi di dollari di acquisti nel Made in Italy”. Un salone orafo che diventa sempre più attrattivo per il dettaglio internazionale, grazie alla collaborazione di ITA (Italian Trade Agency) che si è occupata, insieme ad Arezzo Fiere e Congressi, dell’incoming di operatori esteri. Creazioni e proposte moda abbinate ai gioielli delle aziende espositrici che porteranno nuove suggestioni in passerella, sempre in Glam Lab. Domani pomeriggio alle 16.30 ci sarà una tavola rotonda moderata dalla giornalista televisiva di moda Cinzia Malvini, dal titolo “Glam Lab Talk: when a detail makes the difference”. Un evento dove si farà il punto sull’evoluzione del mondo del gioiello, sulla competizione internazionale, sul valore dell’artigianalità, un gioiello così come un abito deve raccontare lo stile di una persona, un bijoux scelto con gusto deve rafforzare la personalità. Tra gli interventi programmati, quello di Beppe Angiolini, art director di OroArezzo e  presidente della Camera Italiana Buyer della moda; la stilista Chiara Boni e il designer Gianluca Capannolo, che hanno disegnato gli abiti che sfileranno in Glam Lab. Tra le altre novità in fiera, il lancio del progetto “Retail Club Italia”, che prevede l’arrivo a GOLD/ITALY di oltre 160 gioiellerie vip selezionate, un nuovo modo per creare il link diretto tra dettaglio e produttori. Gold Italy2 “Credo che oggi sia indispensabile valorizzare, nella moda come nel gioiello, i talenti e l’innovazione creativa dei giovani designer. In questa direzione abbiamo ideato il contest GOLDITALY/GOLDSTAR: NECK-À-PORTER: le aziende hanno l’opportunità di reinterpretare uno dei gioielli/accessori di stile per eccellenza, la collana. Vogliamo investire sulla comunicazione di un evento di contenuto, dove trovano spazio idee per promuovere il design e lo stile italiano – spiega Beppe Angiolini -. Un rinnovamento che si respira anche negli allestimenti e nel lay out, che avrà un’identità semplice, non saremo solo un ‘contenitore’ di business, ma presenteremo un salone arricchito di nuova eleganza e armonia. Ci sarà all’ingresso del quartiere fieristico un globo con sfondo nero e con lettering in oro, perchè il mondo”. Nell’organizzazione di Gold/Italy, Arezzo Fiere e Congressi si avvale della collaborazione di Banca Etruria. “Con esportazioni intorno al miliardo di euro nell’ultimo semestre, la gioielleria aretina si conferma un’eccellenza del settore orafo italiano – afferma Luca Scassellati, Direttore Territoriale dell’istituto di credito –. La collaborazione di Banca Etruria nell’organizzazione di GOLD/ITALY è coerente con la nostra vocazione di Banca dell’Oro, che ci ha visto recentemente sottoscrivere un Protocollo con la Regione Toscana volto a concedere finanziamenti nella forma di prestiti d’uso e mutui in oro. Il nostro Istituto ha avuto un ruolo centrale in questo progetto e sicuramente farà la propria parte per contribuire ulteriormente al rilancio del comparto e alla ripresa occupazionale. Invito tutti a visitare la selezione di gioielli dall’epoca etrusca fino al XX secolo provenienti dalla Casa Museo di Ivan Bruschi che saranno esposti nel nostro stand di GOLD/ITALY”. Il tessuto produttivo della provincia – forte delle circa 1.200 imprese che impegnano oltre 7mila addetti – ha fatto un totale di esportazione di oltre 990 milioni di euro, con un incremento dell’1,8% rispetto allo stesso periodo del 2013. Risultati incoraggianti, raggiunti anche grazie all’appeal che l’oro “Made in Arezzo” riscuote negli Emirati Arabi Uniti, dove si catalizza più della metà della produzione orafa aretina. Per i buyer internazionali e le aziende di GOLD/ITALY un evento dedicato “GOLD/GALA/DINNER” in Piazza Grande ad Arezzo, un allestimento esclusivo che ospiterà la serata di benvenuto, a cui farà da sfondo il loggiato vasariano. Una notte d’eccezione con i palazzi che saranno illuminati da immagini ed effetti speciali. Eccezionalmente aperte, per gli ospiti di Arezzo Fiere e Congressi, le affascinanti sale cariche di storia del Palazzo della Fraternita dei Laici. GoldItaly3]]>

Altre storie
Louis Erard, qualità accessibile