fbpx

Fratelli Dinacci, un successo tira l’altro!

Steven Tranquilli, Flavio Dinacci, Johnny De Meo, Mario Didone, Giovan Giuseppe Lanfreschi, Giuseppe Aquilino (Presidente F.N. Dettaglianti Orafi), Danilo Gianformaggio, Patrizio Londei, Giuliano Ansuini (Presidente A.R.R.O.), Paolo Paolillo, Vincenzo Buscemi, Fiorenzo Ghiso, Andrea Sangalli, Mario Bartucca, Marco Ansaldi, Gianni Martinelli, Claudio Franchi, Fulvio Pertica, Paolo Ponzi

Continua la lunga serie di successi della Fratelli Dinacci: in un momento di forte incertezza come questo che stiamo vivendo, in cui anche l’ottimismo sembra essere un’utopia, l’andamento positivo dell’azienda guidata da Flavio e Tiziana Dinacci è un esempio davvero incoraggiante.
Con impegno, grinta e giuste motivazioni è infatti possibile centrare obiettivi ambiziosi tenendo alto il nome della Fratelli Dinacci, che è oggi una stimata firma del settore saggio metalli e montature, oltre ad essere sinonimo di garanzia ed affidabilità.

Una storia cominciata agli inizi del secolo scorso che ha portato la terza generazione Dinacci a raccogliere i frutti di un lavoro ininterrotto, collezionando continui e prestigiosi riconoscimenti.

Flavio Dinacci con Claudia Baglioni, le sorelle Paolillo e il Socio Arro premiato durante la serata con un gioiello della Fratelli Dinacci

L’ultima attestazione di stima, in ordine di tempo, è stato l’incontro annuale organizzato a fine giugno dall’A.R.R.O., appuntamento fisso per i membri dell’Associazione Regionale Romana Orafi, che la Fratelli Dinacci, da sempre sensibile alle questioni del settore orafo, sponsorizza.
L’evento è stato organizzato alla Casina Valadier – uno dei luoghi più affascinanti di Roma, nel cuore di Villa Borghese – dove agli oltre duecento ospiti, in una suggestiva cornice scenografica, è stata offerta un’ottima cena. Tanti gli ospiti presenti: Giuseppe Aquilino, presidente nazionale di Federdettaglianti-Confcommercio, i fratelli Paolillo e Marcello Perri, solo per citarne alcuni, che già in mattinata avevano avuto modo di incontrarsi durante un’importante assemblea con i vertici di Federdettaglianti, a cui per la prima volta Flavio Dinacci ha preso parte in qualità di vicepresidente della F.O.C. – Federazione Orafi Campani.

Durante la serata, che si è svolta in un’atmosfera amichevole e rilassata, Flavio Dinacci ha colto l’occasione per invitare i soci presenti all’imminente apertura di un nuovo ufficio Dinacci a Roma: la ICP ITALIA, in rappresentanza della quale è intervenuto l’amministratore Massimo Marletta. L’inaugurazione della sede capitolina è prevista per settembre e segue di qualche mese quella di Quadri, che si è svolta a Vicenza il 23 maggio scorso con una gustosa cena buffet offerta a centocinquanta invitati a suggello di una collaborazione che ha portato l’azienda vicentina ad essere il primo distributore dei prodotti Dinacci nel nord Italia. Se aggiungiamo Sofia di Catania ed Erregi di Corato, diventano quattro i “gioielli” Dinacci nel nostro paese, a garanzia di una presenza importante sul territorio.

Fratelli Dinacci, pur essendo un’azienda con una storia di oltre un secolo, ha uno spirito giovane che la spinge ad ampliare i propri orizzonti e a sperimentarsi, con successo, in settori diversi rispetto a quello di competenza.

Dopo aver sostenuto negli anni scorsi un team velico tutto al femminile, nella stagione sportiva appena conclusa la Fratelli Dinacci è stata sponsor della Arzano Volley, squadra di pallavolo femminile che dopo uno straordinario campionato, segnato da vittorie schiaccianti sulle avversarie e vinto nettamente a tre giornate dalla fine, è stata promossa in B1.
Inutile dire che, per l’autunno, Flavio e Tiziana Dinacci hanno in serbo per i propri clienti altre sorprese che preferiscono non rivelare ancora. Questione di scaramanzia?


There is no ads to display, Please add some

Preziosa Magazine è la rivista per il mercato della gioielleria e dell’alta orologeria, un autorevole punto di riferimento per gli operatori del settore.

Acquista nel marketplace di Preziosa Magazine

Altre storie
John Dandy Watch a Sanremo con Mario Biondi