fbpx


Flò Accessories, idee molto chiare in fatto di originalità

Flora Meglio vive, sogna e crea a Napoli, e il suo atelier, FLO’ ACCESSORIES, è un vivaio di vitalità in continua evoluzione. Anche nel logo, che ha scelto di far camminare in parallelo con la Flò Jewels, la sua linea preziosa… ma questa è tutta un’altra storia.

A chi dice che non c’è nulla di nuovo in un gioiello risponde con le sue collezioni dimostrando che fondamentalmente è il modo in cui si san mettere insieme gli elementi. Questione di emozioni. Che sia la materia a suggerire la forma o viceversa poco importa, è il risultato finale che conta.

Per lei, infatti, un gioiello deve essere denso di contraddizioni per farsi intrigante, deve oscillare tra classico e futurismo, tra materiali conosciuti ed eccentrici, tra colori morbidi e fluo. Ed ha le idee molto chiare per generare questa geniale confusione. Anche se le sue non sono mai trovate estreme, ma semplice buon gusto; perché, in fondo, la griffe è tutta qui.

Cerca uno stato d’animo per legare, annodare, fissare e non si pone limiti. Sembra non avere altra regola se non la piena libertà guidata dall’intuito; è flessibile ad ogni novità e nei suoi modelli c’è posto per tutto, perché tutto è indossabile anche il pitone, tra le ultime entrée della Flò Accessories, che trasforma in versatili handbags o in grandi maglie di particolari collane che accendono un look luxury.

E mette esperienza e fantasia anche in fatto di perle spezzando la successione di bianco con inserti coloratissimi o di metallo luccicante. A volte semplifica le forme altre volte le complica riuscendo a spettacolarizzare perfino una catena. Passata una collezione si aspetta già la prossima perché con Flò nulla è mai lo stesso, nulla è quello che sembra: legno come pietra, tele della de Lempicka come medaglioni, charms screziati come simil animalier.

In poche parole, non è il valore materico che fa il gioiello, e Flora lo sa, molto bene.

]]>

Altre storie
Oroverde & Figli, verso un Nuovo Anno carico di positività