fbpx


Fabergé, è ufficiale l'acquisizione da parte di Gemfields

È stata approvata l’acquisizione del 100 per cento di Fabergé da parte della Gemfields, uno dei più grandi produttori di smeraldi al mondo. Durante l’assemblea del 17 dicembre gli azionisti del marchio fondato in Russia nel 1842 hanno dato l’ok per il cambiamento proprietario annunciato a novembre. Secondo le prime indiscrezioni, non sono stati registrati dissensi. Fabergé è di proprietà della società Pallinghurst Resources, che controlla anche Gemfields insieme al partner Rox Limited: la Pallinghurst possiederà il 49,5 per cento del gruppo in seguito all’ammissione di 214 milioni di nuove azioni da parte di Gemfields, da assegnare agli azionisti di Fabergé in proporzione all’originaria partecipazione. Un connubio che non può che fare bene al marchio che tra l’800 e il il ‘900 ha disegnato preziosissime uova per gli zar di Russia. “L’acquisizione dà valore a due dei segmenti più redditizi nella filiera delle pietre, le miniere e la vendita al consumatore – ha detto Ian Harebottle, direttore esecutivo di Gemfields -: Fabergé è un brand riconosciuto a livello mondiale, con un patrimonio unico, una storia di eccellenza e un impegno a produrre e commercializzare gioielli con pietre preziose, come dimostra il magnifico collier Romanov realizzato con 2225 smeraldi e diamanti, presentata all’inizio dell’anno”. [caption id="attachment_47264" align="aligncenter" width="630" caption="Fabergé - Collier Romanov"][/caption]]]>

Altre storie
HKTDC, sempre più stretti i rapporti con l’Italia