fbpx


…e i rifiuti diventano gioielli

[/caption]   Il Museo del Riciclo (www.museodelriciclo.it), portale promosso da Ecolight -consorzio per la gestione dei RAEE (rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche), mira a sensibilizzare su un corretto recupero dei rifiuti. Dando visibilità a quanti lavorano con oggetti destinati alla discarica, trasformandoli in opere d’arte e oggetti di design, tende a sensibilizzare sull’importanza dell’ambiente e all’attenzione che dobbiamo avere nei suoi confronti. Il museo è diviso tra: arte, design, gioielli, moda, architettura e musica, per consentire a tutti l’accesso e avere a disposizione uno spazio illimitato dove poter esporre le opere aggiornando costantemente questa vetrina. Ma il Museo del Riciclo testimonia anche l’uso di carta, plastica derivata dalle bottiglie, bottoni e metalli che grazie all’inventiva possono diventare gioielli. “È sorprendente la creatività espressa nell’utilizzo di materiali di scarto” ha osservato il presidente di Ecolight, Walter Camarda “I rifiuti acquistano nuova vita diventando oggetti preziosi e di tendenza. Ma soprattutto diventano espressione dell’importante messaggio di cui, attraverso il Museo del Riciclo, ci facciamo portatori: è possibile dare una nuova vita ai rifiuti semplicemente riciclandoli”. Giancarlo Dezio direttore generale di Ecolight ha sottolineato “Parliamo di plastica, ferro, metalli e vetro che compongono prevalentemente i rifiuti elettronici. Se conferiti correttamente, dai RAEE è possibile ottenere materie prime seconde capaci di far risparmiare energia. Portare all’isola ecologica i propri RAEE, oppure affidarli ad una struttura specializzata com’è Ecolight, è anche evitare che siano disperse nell’ambiente sostanze inquinanti: pensiamo solamente ai gas refrigeranti contenuti dei frigoriferi o al mercurio che si trova nelle lampadine a risparmio energetico”. Ecolight e il Museo del Riciclo presenteranno una selezione di eco-gioielli alla prossima edizione di Ecomondo nella Hall Sud di Rimini Fiera dal 7 al 10 novembre.   [caption id="attachment_44675" align="aligncenter" width="630" caption="Ludovica Cirillo - collier "Crazy type" realizzato con tasti pc"][/caption]   [caption id="attachment_44676" align="aligncenter" width="630" caption="Eleonora Battaggia - collana "Colori del mare" realizzata con tessuti vari"][/caption]   [caption id="attachment_44677" align="aligncenter" width="630" caption="Alessandra Spagnuolo - "Ciondoli" realizzati con cd"][/caption]   [caption id="attachment_44678" align="aligncenter" width="630" caption="Cristian Visentin - anello "Pix" realizzato con circuiti elettronici"][/caption]   [caption id="attachment_44679" align="aligncenter" width="630" caption="Elisabetta Censabella - collana "Collant" realizzzta con collant"][/caption]    ]]>

Altre storie
Le Carose verso Baselworld, la scommessa (vinta) dell'orologio