fbpx

Distretto orafo di Arezzo, l'85% delle aziende ha un sito ma solo il 15% ha attivato l'e-Commerce

È stato presentato ieri a OroArezzo il progetto pilota della Camera di Commercio provinciale realizzato in collaborazione con Google e Unioncamere per portare sul web le aziende orafe del distretto. In un incontro durante il Salone orafo internazionale di Arezzo Fiere e Congressi, che chiude oggi, si è discusso di “Distretto orafo aretino sul web – Posizionamento attuale e potenziali sviluppi“. “Distretti sul web” è il progetto sviluppato da Google e Unioncamere, con il patrocinio del Ministero dello Sviluppo Economico e la collaborazione dell’ente camerale aretino, che intende favorire la digitalizzazione di 20 distretti italiani, divulgando i vantaggi delle tecnologie digitali e favorendo in questo modo l’incontro tra le Pmi e i giovani. “Questo progetto può andare ad integrare il processo di internazionalizzazione delle aziende aretine, con il vantaggio di non doverle costringere a spostarsi, ma mantenendo il loro baricentro saldamente nel territorio – ha spiegato Giuseppe Salvini, Segretario Generale della Camera di Commercio di Arezzo -. Il nostro obiettivo per il 2014 è di estendere la promozione di strumenti come l’e-commerce dall’ambito del settore orafo a quelli del turismo, dell’agriturismo e dei prodotti tipici”. Il brand “Made in Italy” è il terzo al mondo per notorietà dopo Coca Cola e Visa: questo dato può fare da traino per molte Pmi, anche del settore orafo. I vantaggi del web sono innegabili: il web influenza, fa accrescere le vendite, tanto che le aziende che fanno e-commerce crescono del 6% l’anno. Nel corso dell’incontro sono stati presentati i risultati di una ricerca effettuata su un bacino di oltre 600 imprese orafe: emerge che le imprese orafe aretine credono nel web e nella sua forza aggregatrice. L’85% di loro ha un sito web, il 36% è presente sui social network, ma solo il 15% ha attivato strumenti di e-Commerce. Il progetto pilota ideato dalla Camera di Commercio aretina intende posizionare Arezzo come primo distretto orafo digitale: la promozione ha luogo anche attraverso uno strumento – Lux Made In – una piattaforma innovativa che offre tutti gli strumenti digitali e i servizi per gestire la presenza online, le relazioni e l’e-commerce, una soluzione concreta per le esigenze del comparto orafo aretino. Anche Google ha risposto alla chiamata, scegliendo Arezzo come Case History nazionale per raccontare il successo dell’iniziativa, e presentandola sul portale “Made in Italy, eccellenze in digitale”: Arezzo è presente con una gallery che mostra i tesori della manifattura locale e storie aziendali, rivolta alle piccole imprese che possono così approfondire le conoscenze e le competenze digitali. ]]>


There is no ads to display, Please add some

Preziosa Magazine è la rivista per il mercato della gioielleria e dell’alta orologeria, un autorevole punto di riferimento per gli operatori del settore.

Acquista nel marketplace di Preziosa Magazine

Altre storie
Marco Piva firma le vetrine di Bulgari