fbpx


Diorever, una borsa espressione del savoir-faire pellettiero della Maison

Il nome è un mix di francese e inglese ma la lavorazione è tutta italiana. Diorever, infatti, nasce in Toscana, a pochi chilometri da Firenze, affidata alle mani esperte degli artigiani dell’atelier di pelletteria Dior che le dedicano una intera giornata di lavoro per confezionarla, assemblando quarantasette componenti in pellami selezionati e trentadue accessori metallici tra bottoni a pressione, piedini per il fondo, fibbie, attacchi della tracolla, fibbia stemma e calamite – sei, rivestite di pelle, visibili sul davanti, sul retro e sulla patta.

[URIS id=130831]

Diorever, pratica e di classe, è declinata in tre differenti formati e in sei colori: argento, oro, nudo, rosso ciliegia, blu cobalto e verde mela.

Il video sintetizza il savoir-faire pellettiero della Maison.

www.dior.com

Altre storie
“L’Anima delle gemme,” un convegno sulle influenze positive dei minerali sull’uomo