fbpx

Da settembre torna il corso per Orafi al Margaritone di Arezzo

Non è stato semplice, ma il traguardo più difficile è stato raggiunto: dal primo settembre tornerà ad essere attivo il corso per orafi dell’Istituto Professionale Margaritone-Vasari di Arezzo, quello stesso istituto che dagli anni Sessanta ai Novanta ha sfornato la maggior parte degli artigiani che oggi compongono il tessuto imprenditoriale della provincia. Alla fine degli anni Novanta, infatti, con la riforma dell’istruzione furono limitati i corsi professionalizzanti che gli istituti potevano predisporre; la crisi, poi, ha accelerato la rapida scomparsa di questa classe formativa fondamentale per il territorio aretino. Oggi, però, grazie all’impegno del dirigente scolastico Roberto Santi e dei rapporti intessuti con l’ente Provincia, la Regione Toscana, la Camera di Commercio di Arezzo e il consorzio Arezzo Innovazione, si torna a lavorare intorno a questo progetto. Lo scorso 31 gennaio si è svolto un incontro tra le istanze coinvolte a vario titolo per far convergere gli sforzi di tutte le istituzioni per la ricostituzione di un corso per Orafi. In realtà, più che di uno sguardo verso il passato, è una vera e propria porta sul futuro. Oltre a 750 ore di stage presso le aziende del distretto (distribuite sui tre anni necessari per conseguire la qualifica professionale), infatti, i futuri iscritti all’ISIS Margaritone potranno anche contare su un laboratorio di ultima generazione (in comodato d’uso, collocato a pochi passi dalla Camera di Commercio), attrezzato con macchinari innovativi come il laser e la prototipazione rapida. Presenti all’incontro che ha gettato le basi per il futuro della formazione in campo orafo, oltre al dirigente scolastico dell’ISIS Santi, anche l’Assessore Provinciale Prof.ssa Rita Mezzetti Panozzi, il Presidente della Camera di Commercio Giovanni Tricca, il Presidente della Consulta Provinciale produttori orafi e argentieri Walter Bondi e il Presidente di Confindustria Arezzo settore Orafo Ivana Ciabatti. “Sono arrivato al Margaritone lo scorso settembre – spiega Roberto Santi – e pur non avendo direttamente esperienza nel settore orafo mi sono reso conto di quanto fosse prioritario per il territorio. Così ci siamo messi al lavoro per riportare all’Istituto un corso che ha fatto la storia dell’imprenditoria aretina degli ultimi decenni. Grazie a una convenzione con la Camera di Commercio e il consorzio Arezzo Innovazione, approvata dal nostro Consiglio d’Istituto, siamo riusciti a far rinascere questo progetto, di cui si sentiva la mancanza. Abbiamo stilato il piano dell’offerta formativa che prevede l’attualissimo sistema duale formazione-lavoro grazie alle centinaia di aziende orafe attive con 750 ore di stage, concentrate soprattutto al secondo e al terzo anno”. “Inoltre, una volta che sarà riattivato il corso e cominceremo ad avere le prime qualifiche – prosegue il dirigente scolastico dell’ISIS aretino –, c’è in cantiere con la Provincia di Arezzo di immaginare anche un percorso post-diploma, qualora i nostri allievi decidano di proseguire gli studi al termine del triennio e di arrivare al diploma frequentando gli altri due anni”. Dal primo settembre 2013, dunque, Arezzo potrà riavere la “sua” formazione professionale per procedere nel rilancio del distretto orafo che, secondo i dati di Intesa Sanpaolo, nel 2012 ha fatto da traino all’intera economia regionale.]]>


There is no ads to display, Please add some

Preziosa Magazine è la rivista per il mercato della gioielleria e dell’alta orologeria, un autorevole punto di riferimento per gli operatori del settore.

Acquista nel marketplace di Preziosa Magazine

Altre storie
L'International Jewellery London entra a far parte della Cibjo