fbpx

Cresce la domanda mondiale di platino: a trainarla verso un +10% soprattutto la Cina

Atteso nel 2012 un incremento complessivo del 10 per cento nella domanda di platino nell’industria della gioielleria a livello mondiale: è quanto emerge dal recente rapporto “Platinum 2012 Interim Review” realizzato dalla società Johnson Matthey. La quantità del preziosissimo metallo dovrebbe arrivare infatti a 2,73 milioni di once, la cifra più alta dal 2009. Un ruolo centrale in questa crescita, secondo l’analisi, è occupato dall’espansione della produzione di gioielleria in Cina, che al momento costituisce uno dei mercati più forti, mentre la domanda nel mercato indiano si prevede in crescita del 25 per cento (100mila once). Nonostante gli altissimi livelli delle vendite nei primi mesi dell’anno facciano pensare a un ultimo trimestre più debole, la domanda in Cina è ancora attesa in rialzo, con un +14,7 per cento (1,92 milioni di once). Tenendo conto anche dei magazzini, la domanda netta di gioielli in platino dovrebbe crescere del 16 per cento a 1,42 milioni di once. Diversamente da quanto accaduto negli anni precedenti, non sembra abbia avuto un grande peso l’acquisto a fini speculativi dal momento che la quasi totalità del platino acquistato è stato utilizzato per la produzione di gioielli, per andare incontro alla crescente domanda del dettaglio e dell’ingrosso, testimoniata anche dall’esponenziale aumento di punti vendita sia a Hong Kong sia nella Cina continentale. A questo, però, secondo il report di Johnson Matthey, non si è ancora tradotto in una più elevata domanda del consumatore, elemento che invece potrebbe diventare una tendenza chiave nel 2013.]]>

Altre storie
Bijoux…Mon Amour! Un evento esclusivo per tre brand d’eccezione