fbpx

Corum, un lingotto d'oro fa di nuovo capolino nel quadrante

Corum Ingot Sono trascorsi 37 anni da quando Corum ebbe l’intuizione di posizionare un lingotto d’oro come quadrante di un orologio. Risale al 1977 il primo modello realizzato con questa idea e oggi la maison ripropone una nuova creazione dagli accenti vintage: il Corum Heritage Ingot. Creato a partire da un autentico lingotto di 15 grammi d’oro giallo 24 carati 3N, il quadrante è inciso con l’iscrizione 999.9, che definisce il livello di purezza più alto del prezioso metallo, oltre che con il suo peso e la firma del marchio. Il potere di seduzione dell’oro rimane dunque inalterato: la superficie testurizzata evoca l’aspetto grezzo della materia appena colata, disegnando striature aggraziate. Al centro, un foro accoglie le lancette a bastone annerite che ereditano la loro estetica dal modello originale. La circonferenza del quadrante-lingotto di 27 x 36 mm è finemente perlata, mentre indici discreti si distaccano dal rehaut per non nuocere alla purezza dell’insieme. Il prezioso lingotto, la cui originalità è attestata da un certificato ufficiale, è ospitato in un’elegante cassa rettangolare in oro giallo 18 carati 3N, con delicate zigrinature sui fianchi della carrure alle quali fa eco la corona, incisa come si conviene con la celebre chiave di Corum. Nel fondo chiuso in oro giallo 18 carati 3N il calibro CO 082 a carica automatica, per restare in tema, visualizza solo l’essenziale, vale a dire le ore e i minuti, e dispone di un’autonomia di 42 ore. Cinturino in coccodrillo nero, provvisto di una fibbia ad ardiglione incisa, completa questa preziosa composizione cucita d’oro. Un nuovo modo di celebrare il passato della maison di La Chaux-de-Fonds e l’emblematico pezzo degli Anni ’70. L’oro seduce fin dalla notte dei tempi: nobile, prezioso, brillante ma anche denso e malleabile, ha dato vita ad alcune delle creazioni orologiere e di gioielleria più belle realizzate dalla mano dell’uomo. [caption id="attachment_86729" align="aligncenter" width="630"]CORUM_INGOT Il Corum Ingot del 1977[/caption]  ]]>

Altre storie
Boucheron, nei gioielli torna l’eco dell’India