fbpx

Consorzio Publiori, in Fiera di Vicenza una scheda informativa agli espositori

Arriva in Fiera di Vicenza la scheda informativa del progetto Publiori – Promotore pubblicità oreficeria italiana. Vanno avanti le attività del Consorzio fondato da un gruppo di imprenditori del settore orafo per dare vita ad un progetto congiunto e condiviso di comunicazione autofinanziata. Non una comunicazione qualunque, ma un messaggio rivolto a tutti i potenziali clienti che faccia tornare a conoscere, o riscoprire, il valore dell’oggetto in oro. Quattro i soci fondatori, tra cui i giovani Andrea Capparotto e Marco Dalla Bona, che sono affiancati dall’esperienza di Gabriella Centomo e Gianfranco Malagoli. Il progetto di una pubblicità “di filiera”, finalizzato alla raccolta di fondi per ideare e predisporre una campagna di comunicazione, è partito a novembre e ha già visto la costituzione di un comitato che gestisce, in questa prima fase, i rapporti con gli aderenti. E se il primo outlook effettivo verrà fatto il 28 febbraio, già si registra un buon movimento di idee e proposte. Molti infatti sono stati gli operatori coinvolti a vario livello – gioiellieri, grossisti, produttori – e in questa prima fase di vita del Consorzio appare già evidente la portata di un progetto così strutturato. I singoli contributi, infatti, oltre a costituire segno di un interesse della categoria a far rivalutare il metallo prezioso, rappresentano per il progetto una fonte inesauribile di idee e forme di coinvolgimento. Non a caso è stata scelta questa formula: proprio per far sì che chi partecipa si senta parte attiva del progetto di comunicazione – avendo la facoltà di fare proposte concrete, anche attraverso l’utilizzo strumentale della propria azienda – e anche la volontà di dimostrare ai propri colleghi che è necessario l’apporto di tutti affinché un piano di lavoro di filiera si diffonda e produca risultati a partire dalla base. L’alto numero di adesioni consente pertanto non solo una più ampia raccolta di fondi, ma soprattutto l’allargamento e la definizione di strategie che rendano ogni singolo operatore responsabile e protagonista allo stesso tempo. Aderire è semplice: la cifra minima richiesta (che rimane assolutamente libera), infatti, è simbolica e si basa sul meccanismo vincente della partecipazione diretta del maggior numero di persone: dai 250 euro per i dettaglianti ai 1000 per produttori e grossisti, l’ammontare della spesa è limitato. Anche in base a quanto emerso dalle voci dei gioiellieri raccolte da Preziosa in un’inchiesta sui comportamenti d’acquisto durante il Natale, appare sempre più urgente l’esigenza di parlare al consumatore e comunicargli qual è il valore non tanto economico, quanto emozionale, di un oggetto in oro. Prossimo appuntamento con Publiori in Fiera di Vicenza: ad ogni espositore italiano saranno consegnate schede informative da condividere con i propri interlocutori business.]]>

Altre storie
Tiffany&Co., a Dubai presenta la riedizione della World’s Fair