fbpx


Confartigianato Vicenza, entra nella fase operativa il progetto Gioielli (in cerca) d’autore

È giunto alla fase operativa il progetto “Gioielli (in cerca) d’autore” promosso dalla categoria Metalli preziosi di Confartigianato Vicenza in collaborazione con Scuola Italiana Design (SID) e Fiera Vicenza, con il sostegno di Camera di Commercio di Vicenza e Ente Bilaterale dell’Artigianato Veneto. Vicenzaoro First, la fiera veneta inaugurata sabato scorso e ancora in corso, è stata infatti scenario per la presentazione del progetto che ha messo in contatto dieci imprese del settore oreficeria-argenteria con altrettanti giovani designer industriali. L’obiettivo è quello di far dialogare il mondo della produzione e quello della metodologia, come ha spiegato anche Franzo Pozzebon, presidente della Categoria Metalli preziosi degli Artigiani vicentini: “L’intento è far acquisire alle piccole imprese orafe un metodo per tradurre idee in prodotti innovativi in termini di tendenze e mercato; la scelta di avere come partner SID, ente formatore di designer industriali non specializzati nel settore orafo, permette di uscire da un ambiente che ha molte eccellenze, ma spesso confinato nel proprio circuito, mentre ora c’è necessità di far avvicinare al gioiello il mondo più giovane, e giovani designer possono “leggere” gli scenari e declinare in prodotti i loro desideri e bisogni”. Attualmente “Gioielli (in cerca) d’autore” è alla fase intermedia: la prima, svoltasi a novembre-dicembre, ha visto la selezione delle imprese e quella dei designer, effettuata tra i più qualificati della Scuola. Ora che gli abbinamenti tra le due realtà sono diventati effettivi, ha inizio la fase operativa con la collaborazione concreta che durerà fino ad aprile: ciascun giovane designer collaborerà direttamente con l’Azienda referente fino alla consegna degli elaborati definitivi che verranno “materializzati” in gioielli. La terza fase avrà la propria conclusione nella presentazione, durante Vicenzaoro Charm a maggio, dei gioielli realizzati. Proprio per il ruolo di promozione, infatti, è stata fondamentale la collaborazione con Fiera di Vicenza: “La fiera – ha proseguito Pozzebon – è sempre meno luogo di contrattazioni economiche e sempre più evento dove si esprimono e si promuovono lo sviluppo, l’innovazione e l’immagine delle imprese e del territorio. Progetti come questo esprimono la possibilità di Fiera di Vicenza di promuovere e di sostenere quanto fa l’oreficeria berica e non solo, di essere il luogo in cui convergono mondo del design, dell’accessorio, della moda, del lusso, che declinano con modalità diverse il concetto di gioiello. La ricerca ed il design sono fondamentali per far crescere le nostre imprese, in immagine ed identità – conclude il presidente degli Orafi di Confartigianato -, che sono tra le poche armi vincenti per posizionarsi in una fascia di prodotto più alta e contrastare la produzione estera a basso costo. “Gioielli (in cerca) d’autore” è un progetto che punta sull’innovazione, convinti che gli sforzi di ricerca, e di innovazione del prodotto possono dare risultati positivi, e innescare quel processo di stimolo e imitazione che spesso è stato il motore della crescita di molte aziende del territorio”.

Di seguito, i nomi delle aziende coinvolte nel progetto e i rispettivi designer: Al-ba / Damiano Dalla Lana Fratelli Bovo / Design Quantobasta Cavaliere / Sonia Tasca Costa P. & Figli / Arianna Sabbadin Criso Italia / Cartanera La terza dimensione / Andrea Busato Orozen / Andrea Maragno Superficiquattro / Emanuele Lizzi Tre Esse / Alternativastandard Veneroso / Alessandro Busana

]]>

Altre storie
Anna Falchi ambassador per Boccadamo