fbpx


Concorso Gioielloinarte, c'è tempo fino al 30 settembre per partecipare

È dedicato allo stile pittorico di Gustav Klimt il concorso internazionale “Gioielloinarte”, indetto dall’Università e Nobil collegio degli orefici gioiellieri argentieri dell’Alma Città di Roma. Il concorso, coordinato dal maestro orafo Fausto Maria Franchi (che è anche presidente della sezione Orafi Artisti di Cna Nazionale e di Cna artistico e tradizionale del Lazio), prevede due sezioni: gioiello tradizionale e gioiello contemporaneo. C’è tempo fino al 30 settembre per presentare domanda: per la prima categoria, il manufatto dovrà essere realizzato in metalli preziosi e, se impiegate, gemme naturali (l’eventuale uso di materiali diversi è consentito solo in minima parte); nella seconda, in metalli preziosi in abbinamento con qualsiasi altro materiale. “Il concorso vuole valorizzare, promuovere e diffondere la cultura dell’arte del gioiello, dimostrare – si legge nel bando – la valenza di un lavoro che, pur basandosi su un’alta tecnica esecutiva, contenga ricerca, innovazione e contemporaneità. Rendere dialettico il rapporto materia -tecnica – creatività per arrivare a unire il fare con il pensare e imprimere al lavoro quell’impronta unica che nasce dal valore di chi sa guardare il mondo con gli occhi della fantasia e della poesia”. Il concorso sarà anche l’occasione per promuovere, da ottobre a marzo 2013, presso la sede del Nobil Collegio a Roma, manifestazioni culturali, dibattiti, momenti di informazione sulla tecniche orafe e sulla storia del gioiello, letture e confronti con artisti per un’analisi sui vari aspetti dell’essere orafo. La giuria, presieduta dal console camerlengo dell’Università degli Orefici, sarà composta, tra gli altri, da Anna Mattirolo, direttrice del Maxxi arte di Roma, Micol Forti, direttrice del settore contemporaneo dei Musei Vaticani, e rappresentanti della Jewelery Business Unit di Bulgari e di Tiffany & Co.]]>

Altre storie
Club degli Orafi Academy, workshop diversificati per le performance d’impresa