fbpx

Cibjo, prosegue il dialogo con le Nazioni Unite sulla responsabilità dell'industria

[/caption] Nuovo appuntamento tra la Cibjo e il Consiglio economico e sociale delle Nazioni Unite (Ecosoc) a New York. Il presidente della Confederazione mondiale della gioielleria Gaetano Cavalieri ha nuovamente sottolineato l’impegno di Cibjo e del settore internazionale dei gioielli nel supporto alle Nazioni Unite per raggiungere gli obiettivi mondiali di sviluppo. La Confederazione guidata da Cavalieri è l’unica organizzazione a ricoprire, dal 2006, uno status consultivo con l’Ecosoc. A New York il presidente della Cibjo è stato accompagnato da Corrado Facco, direttore generale di Fiera di Vicenza, accreditata dalle Nazioni Unite per i programmi di Corporate Social Responsibility per il settore gioielleria insieme alla Confederazione, e da Alba Cappellieri, che dirige il dipartimento di Design del gioiello al Politecnico di Milano. Nel suo discorso Cavalieri ha esaminato gli sforzi di Cibjo per promuovere l’industria nel senso di fornire opportunità di sviluppo sostenibile e sociale nei paesi e nelle regioni in cui risiedono i suoi stakeholder. “Per quasi 10 anni la Confederazione e i suoi membri hanno integrato non solo gli obiettivi di sviluppo nelle attività e nel programma di ogni Congresso annuale, ma ha anche lanciato una campagna concreta di sensibilizzazione, educazione e formazione, al fine di inserirli nelle operazioni quotidiane dei membri in tutto il mondo”, ha affermato. Tra le operazioni più recenti, Cavalieri ha fatto riferimento alla catena di approvvigionamento con Branded Trust Foundation, strutturata in modo che tutti i principali trattati, convenzioni e principi delle Nazioni Unite su buon governo, diritti umani, anti-discriminazione, pratiche di lavoro eque, anti-corruzione siano integrati nel programma di CSR. Molte le partnership siglate con organizzazioni importanti. “Questi accordi – ha proseguito Cavalieri – contribuiscono a una maggiore consapevolezza e responsabilità etica, nonché al sostegno reciproco con le organizzazioni della società civile”. Durante l’incontro a New York, la delegazione Cibjo ha incontrato numerosi alti funzionari delle Nazioni Unite e dell’Ecosoc, tra cui Navid Hanif, direttore del Dipartimento degli Affari Economici e Sociali (DESA), che ha la responsabilità per il coinvolgimento di Cibjo; Alberto Padova, Vice Direttore della Ong Branch a DESA; l‘Ambasciatore del Qatar Nassir Abdulaziz Al-Nasser, che dirige l’Alleanza delle Civiltà delle Nazioni Unite e Muna Rihani, presidente della Women for Peace Association delle Nazioni Unite, con cui si è discusso del progetto “gioielli per la Pace”.]]>


There is no ads to display, Please add some
Successivo
Workshop

Preziosa Magazine è la rivista per il mercato della gioielleria e dell’alta orologeria, un autorevole punto di riferimento per gli operatori del settore.

Acquista nel marketplace di Preziosa Magazine

Altre storie
Bacan. Bracciali con un’anima preziosa