fbpx


Botteghiamo, secondo appuntamento a Roma con gli antichi mestieri

Torna l’evento organizzato anche nella città di Sorrento per far conoscere al pubblico la tradizione di lavori ormai in via di estinzione

Torna il progetto “Botteghiamo“, nato per far conoscere e sostenere le botteghe artigiane storiche e finora attivo a Roma e a Sorrento: giunge al secondo appuntamento nella capitale sabato 15 a partire dalle ore 10. Tre chilometri a cavallo tra i rioni del Centro Storico Ponte, Parione e Regola per conoscere i segreti degli antichi mestieri artigiani, tra i quali quello dell’orafo.

Più di trecento botteghe coinvolte alle quali si aggiungono gli artigiani ospiti in questa iniziativa dall’innegabile valore artistico, storico e culturale che lo scorso giugno è riuscita ad attrarre l’attenzione di oltre 6mila visitatori: ad essere raccontata, la storia dei saperi più vecchi del mondo.

Botteghiamo, ideato da abcproject e promosso da Cna Roma e Associazione Botteghe Storiche con il contributo della Camera di Commercio e della Provincia di Roma, nasce in risposta ad una crisi del settore che danneggia non solo i singoli artigiani, ma soprattutto l’identità culturale di città come Roma che devono gran parte del loro fascino alle piccole botteghe radicate nel centro storico.

Si parte con una marcia podistica alle ore 11 da piazza San Salvatore in Lauro: sarà possibile però inserirsi anche lungo il percorso. Orafi, impagliatori, falegnami e restauratori, sarti, ricamatrici e tappezzieri, liutai, rilegatori, tipografi, ma anche intarsiatori, ceramisti, calzolai, fabbri e doratori. A seguire “i tour delle botteghe”, dove cittadini e turisti potranno ammirare e scoprire i segreti dei preziosi mestieri interagendo direttamente con gli artigiani ascoltando gli aneddoti delle vie dei mestieri.

Al termine della marcia, nel chiostro del Pio Sodalizio dei Piceni (Via del Parione) sarà consegnata agli studenti una “mappa personale” firmata, con cui i più giovani si impegnano a tramandare e ad imparare quei mestieri che oggi rischiano di scomparire.

Ma Botteghiamo è anche un momento per essere generosi: l’evento infatti sostiene l’Unicef tramite l’iniziativa “La Pigotta artigiana”: gli studenti hanno realizzato 7 Pigotte dedicate ad alcuni mestieri che, con 7 Pigotte realizzate da artigiani, saranno oggetto di una raccolta fondi a sostegno dell’associazione che dedica la propria attività ai più piccoli.

Altre storie
Hong Kong Jewellery & Gem Fair, ecco i dati di giugno: 26mila i visitatori