fbpx

Azhar parla il linguaggio dell’arte

Ispirazioni artistiche, simboli di legame, accoglienza e regalità in gioielli dal grande appeal per buone feste


trottola Gaudì-min


Ciascun pezzo ha un backstage importante. La collana Gaudì, ad esempio, è un tributo a Casa Batlló, patrimonio Unesco, tra le opere più rappresentative dell’architetto catalano; gli smalti a cattedrale evocano quelli della grande incompiuta di Barcellona.


Lucchetto-min


La collana con lucchetto, in argento 925 ed italiana come l’intera produzione della leccese Azhar, è rifinita con smalti a freddo dipinti a mano con una speciale tecnica derivata dalla pittura Naïf. Simbolo di legame e di accoglienza (la chiave ne aziona l’apertura), è un gioiello carico di positività e di valori, in linea con quelli del Natale.


[URIS id=192043]


Stesso spirito per bracciali ed anelli Tiny Letters, dell’omonima collezione Love Letters. La morbida nappa dei primi è disponibile in 9 colori, molti di più, invece, quelli per personalizzarli con lettere e simboli da dedicare ai nostri affetti più cari. Per gli anelli, ugualmente personalizzabili, c’è da scegliere tra 26 tipi di pietre incastonate a mano, 5 colori d’argento e 10 di smalto.


An Re degrade-min


Infine l’anello Re, icona imitatissima ed insuperata del brand, parte di un progetto che riassume ogni moderna contaminazione d’arte scartando qualsiasi omologazione.

azhar.it

 

Altre storie
Piaget, la fascinazione di tre nuove collezioni di alta gioielleria