fbpx

Andreas Strehler, ricerca della perfezione

Progetta e costruisce personalmente ed artigianalmente i suoi segnatempo, la ricerca della perfezione è un suo chiodo fisso, una sfida che si ripete ad ogni nuova creazione. E’ Andreas Strehler, orologiaio indipendente con sede a Sirnach, in Svizzera, dalle credenziali di tutto rispetto, in passato ha collaborato con Manifatture titolate, come, tra le altre, H. Moser & Cie, Harry Winston, Maîtres du Temps, Maurice Lacroix. L’ultima sua creatura è il Trans-Axial Remontoir Tourbillon, realizzato mani, cuore e comunque con l’ausilio di software di progettazione e costruzione all’avanguardia, pensato per superare il limite del tempo stesso e vivere a lungo, tant’è che ogni componente è concepito in modo tale che orologiai esperti possano ricostruirlo.

andreas-strehler-trans-axial-remontoir-tourbillon-fondello-750x1000-min

Non è stato congegnato per essere solo guardato, bensì per essere capito, e per questo motivo la cassa diventa un raffinato contenitore dove è quasi d’obbligo indagare sulle sue magnificenze tecniche (ed estetiche, il movimento è completamente decorato, con bordi smussati e lucidati a mano), prima fra tutte il Remontoir d’egalitè, un complesso e sofisticato prodigio meccanico che garantisce allo scappamento sempre la stessa quantità d’energia, perfezionando, laddove sia possibile, l’indefettibilità di un tourbillon.

andreas-strehler-trans-axial-remontoir-tourbillon-movimento1-750x500-min

Il meccanismo di carica è manuale, strutturato con speciali ingranaggi conici brevettati da Andreas Strehler. La stessa riserva viene indicata attraverso un differenziale estremamente piccolo, altra specialità del suo ideatore.

]]>

Altre storie
ROBERTO DEMEGLIO