fbpx


1,618 De Maria: l’alternativa è il bronzo

De Maria, che ha visto il suo esordio in un laboratorio dell’Antico Borgo Orefici di Napoli, oggi è un’azienda di respiro internazionale con sede presso il centro orafo Il Tarì di Marcianise dove continua a proporre il meglio della tradizione anche in un gioiello “alternativo”. Lo ha firmato “1,618 De Maria”, il cui logo che riprende il numero simbolo della proporzione divina, ideale di bellezza ed equilibrio. La qualità è quella di sempre anche quando il design ricorre a materiali inusuali come il bronzo placcato oro (giallo, rosé, bianco) lavorato con le più moderne tecnologie. Una scelta che incontra i desideri delle donne alla ricerca di una bellezza dai costi accessibili. È il Made in Italy fatto a mano, questa volta al servizio di gioielli che mettono d’accordo indossabilità e riconoscibilità. Uno stile nuovo che predilige il lato più fashion per bijoux che si fanno adatti ad ogni occasione. Tra le novità presentate a Homi e Vicenzaoro gli anelli con cammei che escono dall’usuale incisi con cuori, smile, fiori, iniziali. Soggetti ripresi anche nei bracciali a maglia la cui texiture si replica ma variata in tanti diversi pattern, anche dove il metallo diventa unico protagonista. Le perle quando fanno capolino obliano il già visto per un tocco di elegante naturalezza. A tutte le scettiche e a chi della scaramanzia fa il suo karma non poteva non dedicare un tintinnante tris di segni, personificazione della buona sorte: gufo, coccinella ed elefantino con proboscide rigorosamente puntata al cielo.

www.demaria.it

1618 de maria gioielli in bronzo

1618 de maria gioielli in bronzo

1618 de maria gioielli in bronzo

1618 de maria gioielli in bronzo

1618 de maria gioielli in bronzo

 

 

 

Altre storie
America Special: Borsari explores the colours of the ocean